Il Tiobec contro la Sclerosi Multipla

 

Il Tiobec è a base di acido alfa Lipoico (acido tiottico) che è l'integratore più potente al mondo, in più contiene acido folico ed una minima quantità di vitamine.
L'esclusiva tecnica di fabbricazione della compressa di Tiobec 400 Retard  garantisce il rilascio protratto nel tempo dei nutrienti contenuti.
 
Solo che il prezzo proibitivo del prodotto da banco è il più delle volte inaccessibile per un malato di Sclerosi Multipla che ha bisogno di assumere la dosa giornaliera di 800 o 1200 mg. al giorno, tutti i giorni (è consigliabile interrompere solo per una decina di giorni una volta l'anno).

Quindi io dal 2002 (cioè da quando non ho più amalgami al mercurio in bocca), me lo facevo preparare galenicamente dal farmacista.

Chi vuole la ricetta galenica* può scrivermi e gliela invio subito tramite mail.

"Galenico" è il prodotto preparato dal farmacista dietro ricetta medica, o dietro sua indicazione. Cioè questi preparati si dicono galenici perché non sono fatti in modo standard da una casa farmaceutica, ma preparati appositamente per una specifica persona su indicazioni del medico o del farmacista.
Di solito si tratta di preparati naturali per i quali non occorre ricetta del dottore, ma possono anche essere preparati farmacologici esclusivamente dietro ricetta medica, anche di farmaci che sono stati tolti dal commercio solo per motivi economici....quelli tolti perché dannosi spero che la legge vieti loro di prepararli, cioè credo che valga la stessa legge che vieta la preparazione di farmaci dopanti.

La confezione che mi durava 30gg, cioè 180 cps, la pago 30 euro.

Da alcuni mesi ho trovato una parafarmacia nella mia città che vende il Tiobec 400 Retard 40 compresse e sono riuscita a fare un accordo con la proprietaria. Siccome lo assumo tutto l'anno (tranne 10gg circa per far riposare l'organismo) sono riuscita a farmi fare un ottimo prezzo ed avendo il prodotto da banco l'effetto retard che ne facilita la posologia, in più risparmio tanto, mi conviene prendere questo invece del galenico...

Questa parafarmacia non ha ancora un sito internet, ma la proprietaria mi ha dato il permesso di divulgare il numero di telefono, perché a chi ne ha bisogno continuamente come me e ne acquista un certo numero di confezioni insieme, fa un buon prezzo e lo spedisce a domicilio. Ecco il numero: L'Albero della Vita 0733236495.


L'acido alfa lipoico è un antiossidante che non ha controindicazioni, non ha effetti collaterali e non crea nessun problema d’interazione con altri farmaci.

Alcuni ricercatori canadesi (mi sembra) nel 1998, hanno scoperto che assumendone una dose appropriata giornaliera, questo integratore è capace di impedire ai Linfociti T, responsabili dell'attacco alla mielina, di oltrepassare la barriera ematoencefalica.

Alcune notizie sull'Acido Alfa Lipoico:
Uno studio, finanziato dalla Fondazione Italiana Sclerosi Multipla, evidenzia l’importante ruolo svolto dall’acido α-lipoico nell’ambito del modello animale della Sclerosi Multipla. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Journal of Neuroimmunology (vol. 148, pag. 146-153, Marzo 2004). Nel 2002 lo stesso gruppo di ricercatori, appartenenti al laboratorio di biologia molecolare e del modulo di biologia neoplastica dell’Istituto nazionale per la ricerca sul Cancro di Genova e al dipartimento di Scienze neurologiche dell’Università di Genova erano risultati tra i finalisti del premio Focus, attribuito a idee semplici e innovative realizzate tutte a partire durante il 2002. I ricercatori avevano già evidenziato che l’acido α-lipoico, una sostanza prodotta dall’organismo umano, oltre ad avere elevate capacità antiossidanti, è dotato anche di un effetto sulle reazioni di tipo autoimmune.

La sclerosi multipla è una malattia infiammatoria del sistema nervoso centrale caratterizzata dall’attacco autoimmune rivolto verso antigeni mielinici per cui non è ancora stata trovata una terapia risolutiva. La maggior parte di ciò che si conosce su questa malattia deriva dallo studio dell’encefalite sperimentale autoimmune, un modello animale di demielinizzazione che mima ciò che accade nell’uomo. In pratica gli animali vengono sensibilizzati verso alcune proteine della mielina inducendo sintomi simili a quelli della sclerosi multipla e su di essi vengono quindi testate le terapie sperimentali per verificarne l’efficacia. In questo modello i meccanismi che danneggiano la mielina, oltre all’attacco diretto da parte di linfociti ed anticorpi, comprendono anche la produzione in loco di radicali liberi dell’ossigeno e dell’azoto da parte delle cellule coinvolte nell’infiammazione ed il conseguente stress ossidativo. Per questo motivo si è pensato di utilizzare un noto antiossidante, l’acido lipoico, nella prevenzione e nel trattamento di tale malattia.

L’acido lipoico è una sostanza normalmente presente nelle cellule del nostro organismo che possiede elevate capacità antiossidanti, è rapidamente assorbito se assunto per bocca e supera la barriera ematoencefalica, membrana che protegge il cervello ed il midollo spinale. Si è già dimostrato utile come neuroprotettore in modelli sperimentali di ictus, traumi cerebrali e diabete ed è attualmente in uso nel trattamento della neuropatia diabetica.

Presso il Dipartimento di Neuroscienze dell’Università di Genova è stato testato l’utilizzo dell’acido lipoico nel trattamento dell’encefalite autoimmune sperimentale, modello di laboratorio della sclerosi multipla. I risultati di questo studio indicano che l’acido lipoico è efficace sia se somministrato prima (come prevenzione) che dopo (come terapia) l’esordio dei sintomi della malattia. "Tale effetto - afferma il Dott. Antonio Uccelli, ricercatore FISM e neurologo presso il Dipartimento di Neuroscienze dell’Università di Genova - sarebbe ottenuto sia inibendo la capacità di invasione del sistema nervoso centrale da parte di cellule effettrici del danno quali linfociti e macrofagi, sia modulandone l’attività immunologica attraverso un azione soppressoria su alcune citochine".

In conclusione, questo studio ha dimostrato che l’acido lipoico, oltre alle sue note capacità antiossidanti e neuroprotettive, possiede anche un’attività immunosoppressiva che può interferire efficacemente con i meccanismi immunologici di questa malattia. Tali risultati, che confermano un’analoga ricerca condotta da un gruppo americano, potrebbero suggerire l’utilizzo di questo integratore nel trattamento di pazienti con sclerosi multipla nell’ambito di un’adeguata sperimentazione clinica.

Fonte: aism.it
 


(*) La galenica è la preparazione di farmaci e rimedi a partire da droghe grezze, sostanze chimiche e sostanze ausiliarie (oggi si chiama anche “tecnologia farmaceutica” e il nome originario proviene da Galenus, un medico antico).